Video Galeno
Policlino Abano Terme
Translator

Home

 

Il Dr Camillo Ezio di Flaviano ha trasferito la su attività presso il centro

LIFE CARE Via Tiburtina Valeria 156 (di fronte Mercedes Barbuscia ):

riabilitazione psicologico nutrizionale del sovrappeso, obesità, bulimia e anoressia nervosa, test nutrigenetici e nutrigenomica!  

 

Dott. Ezio Di Flaviano, Medico specialista in Chirurgia, Scienza dell’Alimentazione, specializzato in Terapia Cognitivo-Comportamentale della APC di Roma, ed in possesso del “First and Second Certificate of professional training in eating disorders and obesity.”


Il Dott. Di Flaviano e’ anche il Responsabile del reparto di Riabilitazione Nutrizionale della Casa di Cura Polispecialistica di Abano Terme (PD), accreditata e convenzionata con il sistema sanitario nazionale e della Casa di Cura Villa Igea (Ancona) – Villa Serena (Jesi)

 

Video Unomattina Verde
Ultimi articoli

RiabNut

1 anno 1 mese fa

Come tenere i figli adolescenti lontani da obesità, anoressia e bulimia? Seguendo i cinque consigli forniti dall’American Academy of Pediatrics.

1) Non incoraggiare le diete drastiche perché sono all’origine dei disturbi alimentari. Secondo le ultime stime dell’AAP, infatti, i ragazzi che seguono regimi alimentari restrittivi sono 18 volte più esposti ai rischi, rispetto a chi non li segue, di incappare nell’anoressia.

2) Cercare di pranzare e cenare sempre insieme ai figli. In questo modo, li si abitua a comportamenti alimentari corretti. Che prevedono, tra le altre cose, l’assunzione regolare di porzioni di frutta e verdura.

3) Non insistere con i consigli sul peso perché vengono percepiti negativamente dai ragazzi. Spingendoli a mangiare male per l’ansia, la vergogna o per dispetto.

4) Non scherzare, né offendere sui chili di troppo o sull’eccessiva magrezza. Ed evitare che anche amici e conoscenti lo facciano. Perché, come dimostrato dall’AAP, causa una ferita che spinge all’assunzione di comportamenti alimentari sbagliati anche in età adulta.

5) Promuovere tra i figli l’importanza dello sport e della sana alimentazione senza mettere loro pressioni. È stato dimostrato che in questo modo i teenager sono meno ansiosi, hanno una percezione meno distorta del loro corpo e ne sono più soddisfatti rispetto ai figli di chi insiste con dieta e privazioni.